Sin dagli esordi il CIFT ha creato e cercato di portare avanti una propria linea editoriale che potesse affiancare il Notiziario e affrontare specifiche problematiche.

Non è stato sempre facile trovare argomenti ed autori, ma i soci hanno sempre trovato un aiuto nelle pagine di questi testi, i più ormai introvabili.

Tra questi ricordiamo:

i volumi che hanno celebrato due importanti anniversari

I 50 anni del CIFT: la pubblicazione realizzata dal CIFT, ed edita dal Circolo VASTOPHIL in occasione della “VASTOPHIL 2013”, parte dal 1983 ed è la ideale ed effettiva prosecuzione della precedente sui primi 20 anni.
Poiché si fa espresso richiamo a quest’ultima, che però si trova nelle librerie soltanto dei soci più ‘attempati’, si è ritenuto opportuno pubblicare sul sito il suo testo integrale e ciò in favore dei soci più giovani perché possano anch’essi avere un’idea di cosa sia il CIFT, come è nato, come è cresciuto e come si è affermato nel tempo fino al 1983 e poi fino ai nostri giorni. Si spera che l’iniziativa sia apprezzata da quanti vogliono sapere di più della “loro” associazione.

La ricca “Bibliografia Tematica Italiana” di Giovanni Bertolini arrivata alla III edizione

e i molti numeri monografici dei singoli gruppi tematici.

A partire dal 2015, grazie al fattivo contributo del Circolo Filatelico di Vasto e a Delcampe, sponsor di eccezione, è partita in maniera organica la pubblicazione della collana dei

“Quaderni”

Autori volenterosi hanno contribuito con le loro conoscenze a creare degli agili manuali sulle più svariate tematiche. Apprezzati dai soci per le informazioni contenute, pensiamo non debbano mancare nella libreria di ogni collezionista tematico.

Quaderno N. 1 – Le tariffe postali in Filatelia tematica: come descriverle di Paolo Guglielminetti

E’ importante anche per un tematico sapersi esprimere in termini “storico postali” e quindi aggiungere ai propri pezzi “viaggiati” anche le informazioni tariffarie. Ci viene in aiuto questa trattazione di Paolo Guglielminetti che ci mostra un giusto equilibrio da applicare nelle nostre collezioni, perchè le descrizioni dei pezzi siano le più complete.

Quaderno N. 2 – Una nuova opportunità per chi ama la tematica (e non solo): LA CLASSE APERTA di G. Morolli e M. Occhipinti

Da qualche anno la F.I.P. ha deciso di reintrodurre tra le classi a concorso quella “Aperta”, così denominata per il fatto che permette di inserire in una collezione filatelica anche pezzi che con la filatelia hanno poco in comune ma che inseriti nella nostra collezione permettono di affrontare un utile percorso. In questo secondo quaderno Giancarlo Morolli e Marco Occhipinti ce ne parlano mostrando come esempio molti pezzi, la modalità di descriverli e le poche ma importanti regole generali da seguire.

Quaderno N. 3 – Franchigia ed esenzione postale nelle collezioni tematiche

a cura di Paolo Guglielminetti

Con questo terzo Quaderno, curato da Paolo Guglielminetti, ma che vede anche gli interventi di molti altri amici collezionisti, come potete vedere dall’indice, viene affrontata una modalità postale particolare, la franchigia, cioè l’esenzione dal pagamento della tassa postale. Questo “privilegio” viene inquadrato sia da punto di vista storico sia contestualizzato nei vari ambiti di applicazione.

Quaderno N. 4 – Prove Calcografiche di Area Francese – prima parte

di Giorgio Leccese

Con questo quarto lavoro editoriale del CIFT si ritorna alla tematica pura, impreziosita però dalla descrizione di pezzi particolari noti come Prove Calcografiche, dalla modalità di produzione che le contraddistingue. Ne è autore Giorgio Leccese, sicuramente il massimo esperto italiano ma anche a livello mondiale della materia. Se siamo soliti considerare l’utilizzo del singolo francobollo, sostituirlo con la sua “prova calcografica, non può che dimostrare le nostre conoscenze filateliche. E Giorgio ci guida nella scelta dei pezzi non senza raccontarci la genesi di questi pezzi.

Quaderno N. 5 – Prove Calcografiche di Area Francese – seconda parte

di Giorgio Leccese

Continua con questo Quaderno da parte di Giorgio Leccese la descrizione dei suoi “pezzi calcografici”. Ricordiamo, per chi volesse approfondire l’argomento, che l’autore ha edito diversi volumi, tratti dalle sue collezioni, vincitrici di numerosi premi, e facilmente reperibili in commercio.